top tartufo in tavola
Torna alla Home Page Mettiti in contatto con noi
  • TrinitÓ urbaniana
    TrinitÓ urbaniana
    I Leoni d'Africa sotto una fitta pioggia superano per 3-1 i campioni in carica del Mater Ecclesiae. Reti tutte nella ripresa. Apre e chiude il sudafricano Ndlovu, che riceve i complimenti del Vescovo e dell'ambasciatore presso la Santa Sede del suo Paese. A segno anche il senegalese Badji e per i mariani l'indiano Sessayyam.
  • Canto Gregoriano: in finale!
    Canto Gregoriano: in finale!
    Battuti 5-3 ai rigori i neocatecumenali del Redemptoris Mater. Tempi regolamentari chiusi sull' 1-1 con rete gregoriana di Matic e pari di Corona Dopo cinque anni l'UniversitÓ gesuita conquista la finale, dove attende la sfidante L'altra semifinale, Mater Ecclesiae - Collegio Urbano, si gioca infatti sabato 20 maggio
  • Tripudio Urbano
    Tripudio Urbano
    Vince il Seminario della Congregazione per l'evangelizzazione dei Popoli. I Leoni d'Africa battono 2-0 la Gregoriana, con reti di Ssekate e Mbah. Tris di vittorie nel torneo pontificio, tutte griffate da capitan Ntsama e da mister Minsi Bronzo per il Mater Ecclesiae 4-3 sul Redemptoris Mater.
  • LA FINALE
    LA FINALE
    Sabato 27 maggio protagoniste del match che assegna la Coppa con il Saturno saranno Gregoriana e Collegio Urbano. Gli amaranto schierano mezza Europa in campo, con giocatori di Scozia, Inghilterra, Germania, Portogallo, Olanda, Italia. Africa United nei Leoni Urbaniani. I titolari ed il mister sono tutti africani. Ghana, Sudafrica e Camerun su tutte.

Canto Gregoriano: in finale!


pubblicato il 13/05/2017

Battuti 5-3 ai rigori i neocatecumenali del Redemptoris Mater.
Tempi regolamentari chiusi sull' 1-1 con rete gregoriana di Matic e pari di Corona
Dopo cinque anni l'UniversitÓ gesuita conquista la finale, dove attende la sfidante
L'altra semifinale, Mater Ecclesiae - Collegio Urbano, si gioca infatti sabato 20 maggio

Nella prima scena del penultimo atto della Clericus Cup 2017, è la Gregoriana a fare la protagonista. Passa il turno con merito la squadra della storica Università gesuita, dopo una gara, la prima semifinale del torneo pontificia, giocata contro il Redemptoris Mater e assai combattuta. La partita si accende nella ripresa, quando al 10° il croato Zlato Matic, sullo sviluppo di una punizione, con un bellissimo destro al volo, piazza la palla sul palo lungo del portiere Paganizza, incolpevole, portando in vantaggio gli amaranto, studenti in Piazza della Pillotta. La reazione gialloblù è immediata. Forcing neocatecumenale, con tentativi da fuori area e alcune punizioni ben bloccate dal magiaro Richter. Il pareggio arriva quasi allo scadere del tempo, quando su un calcio d’angolo ben calibrato insacca di testa il capitano del Red Mat, il romano Stefano Corona, facendo esplodere i supporter degli Ultras Red Mat.

E’ tempo di rigori, non ci sono infatti i supplementari alla Clericus, se non nella finale. Sono i due leader della squadra mariana, il capitano di oggi Corona e il capitano di sempre Tisato (tre volte campione in gialloblu)  a fallire i primi due penalty gialloblu. Tutti a segno, invece, i rigoristi amaranto, nell’ordine il tedesco Klur, l’olandese Hoogma, il veneziano Angius, il nigeriano Alagbaso. Nel tabellino arbitrale entrano anche altre reti internazionali, le due gialloblu del polacco Karpuk e dello spagnolo Acebal.



Ultimo rigorista gregoriano sarebbe stato il portoghese Duarte Rosado, capocannoniere del torneo un anno fa, e stella della formazione allenata da Mario Caioli. Il lusitano, capitano amaranto, non intende scomodare la Vergine di Fatima nel giorno della ricorrenza
e del centenario dell'apparizione della Vergine. “Dio è tifoso di tutti noi, giochiamo come cristiani e preghiamo tutti insieme la Madonna. Dedico la vittoria ai miei compagni e ai mister”. Sarà lui il Cristiano Ronaldo nella finale della Champions vaticana. Tra gli sconfitti, è invece don Davide Tisato, a sottolineare, nella preghiera finale a centrocampo il senso più profondo della Clericus Cup “E’ stata partita vera, abbiamo dato tutto in campo, con agonismo e voglia di vincere – parla prima del Padre Nostro il biondo veronese - Un anno fa con la maglia della Gregoriana persi ai rigori la semifinale, oggi anche, lo spirito profondo di amicizia fra noi e del confronto leale è quello che caratterizza il nostro impegno in campo e fuori.” Ora la Gregoriana, tre bronzi nelle ultime tre edizioni e assente in finale dal 2012, quando perse, da campione in carica (2011) contro il North American Martyrs, attende la sfidante. Sarà una fra Mater Ecclesiae e Collegio Urbano, le due squadre ultime vincitrici della Coppa con il Saturno. In campo i due seminari sabato 20 maggio.

“Non Solo Sport”, in onda ogni lunedì, dopo il week end di gioco alle ore 12,35 e alle 18,35 ed al sabato alle ore 16,00 e alle 18,35.

Photo Gallery

Guarda i paesi che partecipano alla Clericus Cup

La Clericus Cup Ŕ ogni lunedý di marzo su Tv 2000 alle ore 19 all?interno di Sport2000

Vai alla rassegna stampa

cheap bags