top tartufo in tavola
Torna alla Home Page Mettiti in contatto con noi
  • Una finale mai vista
    Una finale mai vista
    Il Mondiale della Chiesa 2018 se lo contenderanno North American Martyrs e Pontificio Collegio Urbano. Sabato 26 maggio sarà una finale inedita per il 12° campionato pontificio promosso dal Csi. Nelle due semifinali di oggi gli statunitensi hanno superato 4-2 il Sedes Sapientiae mentre i campioni in carica del Collegio Urbano hanno liquidato 3-0 la Gregoriana
  • La Clericus da Francesco
    La Clericus da Francesco
    Mercoledì 23 maggio il Mondiale di calcio per sacerdoti e seminaristi in udienza a S. Pietro. I capitani delle due squadre finaliste omaggeranno Francesco con le rispettive maglie, Dopo il saluto la benedizione del pallone della finale e della Coppa con il Saturno. Presenti rettori e capitani delle 16 squadre del campionato pontificio promosso dal Csi. Sabato 26 maggio la finale Urbano-Martyrs in radiocronaca diretta su Radio Vaticana Italia.
  • La firma del Papa sulla Clericus 2018
    La firma del Papa sulla Clericus 2018
    Per la prima volta in 12 anni il Papa ha ricevuto la delegazione della Clericus cup, il mondiale del Vaticano, e benedetto il pallone con cui il 26 maggio verrà disputata la finale tra North American Martyrs e Collegio Urbano. Con loro don Alessio Albertini, consulente ecclesiastico del Csi che promuove il torneo. Francesco dopo l'udienza ha autografato alcune maglie e spronato i sacerdoti-calciatori
  • Heavenly Martyrs!
    Heavenly Martyrs!
    I North American Martyrs battono in finale il Collegio Urbano ai rigori e vincono la Clericus Cup 2018. Per gli statunitensi è la terza Coppa con il Saturno della storia del Mondiale della Chiesa. Decisivi i tiri dal dischetto dopo una partita spettacolare finita 0-0. Di capitan Nyce il penalty che ha fatto esplodere la festa a stelle e strisce. SuperNAM!

Semifinali senza Mater


pubblicato il 14/04/2018

Eliminato ai rigori dai campioni dell'Urbano anche l'Ecclesiae, lutto al braccio per il seminarista morto a Pasqua. 'Remuntada' Gregoriana, 2-1 sull?OMI. Non basta il sindaco di Chapecò agli Amici della Chape: passa il Sedes. I Martyrs Usa superano San Guanella

Con 14 reti, una sola squadra a secco di reti, è tornata in campo, scoppiettante dopo Pasqua la Clericus Cup. Sedes Sapientiae-North American Martyrs e Gregoriana-Collegio Urbano saranno le semifinali del mondiale della Chiesa, che si disputeranno sabato 12 maggio. Prima volta senza una “Mater”, eliminata la Redemptoris anche l’Ecclesiae oggi è uscito ai rigori. Al termine di una settimana internazionale (Champions ed Europa League) ricca di incredibili “remuntade” anche il Mondiale vaticano nei quarti di finale ha entusiasmato i suoi tifosi con eccezionali rimonte e romanzesche partite. Il top c’è stato proprio nel match più atteso, il “classico” fra la celeste Mater Ecclesiae - lutto al braccio per la scomparsa (come Astori arresto cardiaco nella notte) di Anthony Freeman, il seminarista dei legionari di Cristo morto nel giorno di Pasqua - e i campioni in carica del Pontifico Collegio Urbano, ovvero i due seminari vincitori nelle ultime 4 edizioni. Avanti subito dopo un minuto i Leoni d’Africa, con lo scudetto Csi in evidenza sul petto, grazie alla rete del tanzaniano Victor Tibanyendera. A metà tempo arriva su punizione di Lienyuy, e con la grande comlplicità del portiere Justin Ndlovu il pari mariano. Campioni di nuovo in vantaggio a pochi minuti dall’intervallo con il sudanese Adam Alhajis, ma allo scadere del primo tempo nel recupero è ancora il camerunense Alfred Lienyuy a portare l’Ecclesiae in parità. Annullato ad inizio ripresa un gol all’Urbano per offside, è quindi il bomber messicano Peter Saater a portare i celesti ad un passo dal Paradiso delle semifinali. Ma a dieci dal termine il ghanese Takyi riporta i campioni urbaniani sulla strada che porta alla Coppa con il Saturno. È 3-3 finale con doppia rimonta. Si va sul dischetto. Dagli 11 metri più precisi gli africani, decisivo il destro di Tibanyendera, nel quinto rigore. Fatale dal dischetto per il Mater Ecclesiae l’errore del bomber di giornata, Lienyuy. L’altra straordinaria “rimonta” è quella amaranto ottenuta sullo stesso campo  dagli studenti della Gregoriana. Nel loro quarto al primo tempo è infatti gloria immensa per gli Oblati di Maria Immacolata, avanti 1-0 con Floyd, dopo una rete annullata al temutissimo bomber mariano, il polacco Malcewsky. Nella ripresa suona la campanella per gli universitari, c’è subito il pareggio ghanese di Alorbu. Quindi il sorpasso per opera del portoghese Duarte, bravo a sfruttare una punizione a due in area di rigore OMI. Vince 2-1 la Gregoriana che ora in semifinale troverà proprio il Collegio Urbano, gara di finale lo scorso anno. Sul campo A salutano poi le due squadre “friendly”. Il San Guanella & amici perde 1-0 contro i più titolati Martyrs Nordamericani; per gli statunitensi in rete Kyle Poje. Non basta l’incoraggiamento video, giunto proprio dal Brasile del sindaco di Chapecò, Luciano Josè Buligon, agli Amici della Chape in campo per la prima volta in quarto sul campo vaticano. I religiosi in verde, supporters della Chapecoense oggi eliminati, i gol tuti nella ripresa, da un brillante Sedes Sapientiae. I trasteverini vincono 3-1 con rete argentina di Fabricio Jara, raddoppio tanzaniano firmato da Deogratias Nyamwihula. Allo scadere accorcia per i brasilportoghesi Carneiro. Amen finale al fischio finale con l’autorete del lusitano Zuzarte. La Madonna avrà così ancora una squadra, il Sedes Sapientiae, che sosterrà la propria immagine nelle semifinali del mondiale della Chiesa. 


 

Segui la Clericus Cup su "Non Solo Sport", in onda la domenica alle 9.30 e il lunedì alle 11.35 e 18.35 su Radio Vaticana Italia

Photo Gallery

Guarda i paesi che partecipano alla Clericus Cup

La Clericus Cup è ogni lunedì di marzo su Tv 2000 alle ore 19 all’interno di Sport2000

Vai alla rassegna stampa

cheap bags