top tartufo in tavola
Torna alla Home Page Mettiti in contatto con noi
  • Una finale mai vista
    Una finale mai vista
    Il Mondiale della Chiesa 2018 se lo contenderanno North American Martyrs e Pontificio Collegio Urbano. Sabato 26 maggio sarÓ una finale inedita per il 12░ campionato pontificio promosso dal Csi. Nelle due semifinali di oggi gli statunitensi hanno superato 4-2 il Sedes Sapientiae mentre i campioni in carica del Collegio Urbano hanno liquidato 3-0 la Gregoriana
  • La Clericus da Francesco
    La Clericus da Francesco
    Mercoledý 23 maggio il Mondiale di calcio per sacerdoti e seminaristi in udienza a S. Pietro. I capitani delle due squadre finaliste omaggeranno Francesco con le rispettive maglie, Dopo il saluto la benedizione del pallone della finale e della Coppa con il Saturno. Presenti rettori e capitani delle 16 squadre del campionato pontificio promosso dal Csi. Sabato 26 maggio la finale Urbano-Martyrs in radiocronaca diretta su Radio Vaticana Italia.
  • Ecco i quarti. In campo il 14 aprile
    Ecco i quarti. In campo il 14 aprile
  • Semifinali senza Mater
    Semifinali senza Mater
    Eliminato ai rigori dai campioni dell'Urbano anche l'Ecclesiae, lutto al braccio per il seminarista morto a Pasqua. 'Remuntada' Gregoriana, 2-1 sull?OMI. Non basta il sindaco di Chapec˛ agli Amici della Chape: passa il Sedes. I Martyrs Usa superano San Guanella

Urbano 6 grande, peccato Ucraina!


pubblicato il 06/05/2017

I Leoni d'Africa liquidano la pratica del Collegio Ucraino con un perentorio 6-0 finale. Semifinale conquistata, grazie alla doppietta di Badji e ai gol sudafricani di Biata e Ndlovu

 


 


 


 


COLLEGIO URBANO – COLLEGIO UCRAINO 6 – 0

Marcatori: 
20' Badji, 24' Kayiwa, 33' Ndlovu Sifiso, 47' Biata, 51' Badji, 58' Arakkal. 

Collegio Urbano (3-4-1-2): Malila Bakang, Addai, Tibanyebdera, Atta Gyasi (Kassifa Comlan); Ssekate (Adugba), Youkoune, Ntsama, Ndlovu Sifiso (Arakkal); Badji (Yai); Biata (Orsot), Kayiwa. 

Panchina: Ndholovu, Mbah, Cheng.

Allenatore: Minsi. 


Collegio Ucraino (3-5-1-1): Zheplinskyi, Fedyshyn, Muzh, Mychnuk; Kobilnyk (Mushynskyi), Oliinyk, Hiris, Vykhor, Mandziak; Kachmarskyi; Dushnyy. 

Allenatore: Koval. 




I Leoni d'Africa fanno un solo boccone del Collegio Ucraino, sei gol di pregevole fattura e semifinale della Clericus Cup conquistata. 

L'Urbano sul campo del Centro Sportivo del Pio XI ha fatto valere tutta la sua esperienza, nonché bravura, per stendere gli avversari e fare un ulteriore passo in avanti verso la conquista della Coppa con il Saturno; lo scorso anno sfuggita solo in finale per mano del Mater Ecclesiae, che sarà proprio l'avversario dei biancogialli nella semifinale del Mondiale ecclesiastico. 

Gli ucraini, sorpresa di questa edizione della Clericus Cup che alla prima loro partecipazione hanno raggiunto i quarti di finale, possono recriminare oggi per le assenze di formazione: mister Koval ha dovuto infatti, ovviare ai forfait di Grynevych, Verstyn e Kovalskyi. Non facile rimpiazzare tre elementi per il Collegio di San Giosafat, che ha schierato dall'inizio Kobilnyk. L'eroe della gara contro il Collegio San Paolo, contro i vicecampioni è apparso appannato, come lui stesso ha poi ammesso: “Non è andata bene, ma mi sono dovuto sacrificare sulla fascia che non è la mia zona di campo preferita”. 



E' il fantasista Badji a sbloccare la partita con un tiro cross che beffa Zheplinskyi, il senegalese faro del gioco dei Leoni d'Africa. Il tifo si fa caldissimo, sale dalle tribune il coro: “Viva via Urbano, viva via Urbano...”. Subito arriva il raddoppio Kayiwa, che si è regalato il gol nel giorno del suo compleanno: “Voglio dedicare questo gol a Gianluigi Buffon, perché è un giocatore meraviglioso e spero porti la Juventus in fondo alla Champions League. Anche se mi ispiro a Cristiano Ronaldo del Real Madrid, tra di loro sarà una bella sfida”. 

L'ugandese, festeggiatissimo dai compagni per il 27esimo compleanno, propizia poi il 3a0 siglato Sifiso Ndlovu sul finire della prima frazione di gioco. 

Timidi i tentativi di reazioni dei gialloblu, ci prova Kachmarskyi con una punizione dalla distanza, ma tanta è la forza quanto poca è la precisione. 

I Leoni d'Africa si infilano oramai nella difesa ucraina come una lama nel burro: arriva la segnatura anche della punta Biata, che dà vita ad una singolare esultanza con il compagno di reparto Kayiwa, prima che Badji realizzi in contropiede la personale doppietta. Sul finale c'è gloria anche per l'indiano Arakkal Varghese che, dopo essere subentrato dalla panchina al sudafricano Sifiso Ndlovu, fissa il punteggio sul 6a0 con un tiro preciso di destro a fil di palo. 

Mister Minsi esce dal campo soddisfatto e proiettato al traguardo finale, dall'altro lato Giosafat Koval è un misto di emozioni tra sorriso e rabbia: “Partecipare alla Clericus Cup per noi è stata una esperienza molto bella, una giornata piena di amicizia. Dai miei mi aspettavo più costanza nelle presenze, per dare continuità a un modulo di gioco”. 


Urbano - Ucraino 6-0

Segui la Clericus Cup su "Non Solo Sport", in onda la domenica alle 9.30 e il lunedì alle 11.35 e 18.35 su Radio Vaticana Italia

Photo Gallery

Guarda i paesi che partecipano alla Clericus Cup

La Clericus Cup è ogni lunedì di marzo su Tv 2000 alle ore 19 all’interno di Sport2000

Vai alla rassegna stampa

cheap bags