top tartufo in tavola
Torna alla Home Page Mettiti in contatto con noi
  • Tripudio Urbano
    Tripudio Urbano
    Vince il Seminario della Congregazione per l'evangelizzazione dei Popoli. I Leoni d'Africa battono 2-0 la Gregoriana, con reti di Ssekate e Mbah. Tris di vittorie nel torneo pontificio, tutte griffate da capitan Ntsama e da mister Minsi Bronzo per il Mater Ecclesiae 4-3 sul Redemptoris Mater.
  • LA FINALE
    LA FINALE
    Sabato 27 maggio protagoniste del match che assegna la Coppa con il Saturno saranno Gregoriana e Collegio Urbano. Gli amaranto schierano mezza Europa in campo, con giocatori di Scozia, Inghilterra, Germania, Portogallo, Olanda, Italia. Africa United nei Leoni Urbaniani. I titolari ed il mister sono tutti africani. Ghana, Sudafrica e Camerun su tutte.
  • TrinitÓ urbaniana
    TrinitÓ urbaniana
    I Leoni d'Africa sotto una fitta pioggia superano per 3-1 i campioni in carica del Mater Ecclesiae. Reti tutte nella ripresa. Apre e chiude il sudafricano Ndlovu, che riceve i complimenti del Vescovo e dell'ambasciatore presso la Santa Sede del suo Paese. A segno anche il senegalese Badji e per i mariani l'indiano Sessayyam.
  • Canto Gregoriano: in finale!
    Canto Gregoriano: in finale!
    Battuti 5-3 ai rigori i neocatecumenali del Redemptoris Mater. Tempi regolamentari chiusi sull' 1-1 con rete gregoriana di Matic e pari di Corona Dopo cinque anni l'UniversitÓ gesuita conquista la finale, dove attende la sfidante L'altra semifinale, Mater Ecclesiae - Collegio Urbano, si gioca infatti sabato 20 maggio

Poker Alvarez Bronzo celeste


pubblicato il 27/05/2017

Il Mater Ecclesiae si classifica al terzo posto del Mondiale ecclesiastico, dopo la vittoria nella finalina per 4-3 contro il Redemptoris Mater. Mattatore il messicano Alvarez, 4 gol per lui e anche di pregevole fattura. Ai neocatecumenali non bastano i gol di Karpuk.

 


 


 


 


 


MATER ECCLESIAE – REDEMPTORIS MATER 4 – 3 


Marcatori: 6' Alvarez, 13' Alvarez, 27' Karpuk (Rm), 29' Alvarez, 33' Karpuk (Rm), 36' Alvarez, 60' Santoprete (Rm). 



Mater Ecclesiae (4-4-2): Hernandez, Abga, Gerome, Bouloute, Duran; Abrego, Fabrice, De Leon, Campos (Pena Caceres); Saater, Alvarez. 

A disp: Aghogho, Cortes, Aparicio Rubio, Agustine. 

Allenatore: Luciani. 



Redemptoris Mater (4-3-3): Paganizza (Ibarra), Silvestri, Santoprete, Tomarelli, Cruz (Fiesco); Kouadio-Payne (Renzi), Corona, Castro Arias (Montori); Di Menno, Acebal, Karpuk. 

A disp: Bongianni. 

Allenatore: Santarelli. 





E' Luis Alvarez a trascinare la Madonna Celeste alla conquista del terzo posto nella Clericus Cup. Il messicano realizza quattro gol nella finalina 2017, laureandosi capocannoniere del torneo: “Bravo Pichichi”, la gioia dalla panchina per il traguardo raggiunto dal numero 10 celeste. Fa eco mister Luciani: “E' una soddisfazione, portiamo a casa almeno un trofeo quest'anno pur se del singolo nostro attaccante”. 

Il più emozionato, però, è proprio Alvarez, ma non solo per i gol. La sua esperienza a Roma è finita, tornerà in Messico dove lo aspetta da tre anni la sua famiglia: “E' un sogno aver segnato così tanti gol, sono contento. Dedico questa vittoria a mia mamma che a breve potrò riabbracciare, ma porto con me dei bellissimi ricordi della mia permanenza qui, della Clericus Cup, dei miei compagni e...anche della vittoria del titolo di cannoniere nel mondiale ecclesiastico”. 



La partita è stata vivace sin da subito, ma più in palla si è dimostrato il Mater Ecclesiae, seppur ci sono da sottolineare le tante assenze nella compagine dei neocatecumenali. Spiccano, in particolare, quelle di Tisato e di Sacco. 

Mister Santarelli capisce da subito che la giornata non promette nulla di buono, lamentata infatti poca concentrazione e grinta da parte dei suoi. 

Alvarez la sblocca dopo soli 6 minuti, pallonetto con tocco sotto all'uscita del portiere Paganizza; ma gli applausi veri arrivano al raddoppio, quando da sinistra Saater crossa e l'attaccante messicano gira in gol con una acrobazia che non lascia scampo! Prova a riaprire i giochi il polacco Karpuk per i gialloblu, abile a insaccare una punizione dal limite conquistata da Acebal. Al riposo, però, si va sul 3a1 grazie ancora ad un gol di Alvarez, che sfrutta l'invito di Fabrice dalla destra. Da segnalare anche un palo colpito da De Leon per la Celeste. 

Il Red Mat a inizio ripresa, spinto da Karpuk, accorcia nuovamente le distanze; il polacco carica i suoi per provare la rimonta. Karpuk, proprio lui, ha sul piede anche il pallone del 3a3, lanciato da Corona in contropiede; il polacco a tu per tu con il portiere Hernandez, tifosissimo del Chivas de Guadalajara, colpisce la parte alta della traversa. Ogni speranza è vana, capovolgimento di fronte e Luis Alvarez, in stato di grazia, chiude i conti e realizza la quarta rete personale con un tuffo di testa che strappa applausi dalle tribune, anche dalle mani degli avversari. 

Nei minuti finale Santoprete su azione d'angolo fissa il punteggio sul 4a3, ma è finita e ai gialloblu non resta che l'amaro in bocca. 



Sorrisi per il Mater Ecclesiae, che non è riuscito a difendere il titolo conquistato un anno fa, ma può ritenersi soddisfatto di come ha condotto il torneo, squadra sempre ben diretta da mister Luciani. 


 


Mater - Red Mat 4-3

“Non Solo Sport”, in onda ogni lunedì, dopo il week end di gioco alle ore 12,35 e alle 18,35 ed al sabato alle ore 16,00 e alle 18,35.

Photo Gallery

Guarda i paesi che partecipano alla Clericus Cup

La Clericus Cup Ŕ ogni lunedý di marzo su Tv 2000 alle ore 19 all?interno di Sport2000

Vai alla rassegna stampa

cheap bags