top tartufo in tavola
Torna alla Home Page Mettiti in contatto con noi
  • Messa in gioco
    Messa in gioco
    La Messa Ŕ in gioco. ╚ subito calda la Quaresima dei 360 atleti iscritti alla Clericus Cup 2019.
  • GIOCARE PER CREDERE
    GIOCARE PER CREDERE
    Sabato 30 marzo subito in campo 10 delle 16 squadre del mondiale pontificio. NovitÓ assoluta: due gironi per squadre di sacerdoti e due gironi per i seminaristi.Portoghesi e brasiliani in squadra insieme; i francesi con i belgi. Sabato 1░ giugno le finali
  • ALTOMONTE CHE SORPRESA!
    ALTOMONTE CHE SORPRESA!
    Undici reti, due rigori falliti, e ancora due espulsioni nel secondo sabato della Clericus Cup. Eliminata la Consolata Missionari.
  • Guanelliani e Spagna Che Pasqua!
    Guanelliani e Spagna Che Pasqua!
    Collegio Spagnolo e San Guanella e Amici prime due squadre ad accedere ai quarti di finale della Clericus 2019

Doppio Kurian gol Gregoriana, male


pubblicato il 4/6/2019

Altomonte - Gregoriana 2-1

 La seconda partita del girone B è quella tra l’Altomonte e la Pontificia Università Gregoriana. Dopo la vittoria del Pio Latino sul Collegio San Paolo, anche qui un risultato a sorpresa, con la Gregoriana che cade 2-1 contro l’Altomonte, squadra che pur scendendo in campo con una formazione rimaneggiata e un solo cambio a disposizione (per giunta non usato) è riuscita a prevalere grazie alla forza del gruppo. La Gregoriana, orfana del suo attaccante più forte, il romeno Fabian Pitreti (a segno per ben tre volte nella prima giornata), e del sempiterno Tisato, è costretta a scendere in campo con i fratini indosso; gli arbitri sono stati chiari, le maglie troppo simili a quelle dell’Altomonte potrebbero indurre all’errore, specie negli off side. La Gregoriana schiera un solido 4-4-2, ma che non sia in giornata lo si capisce fin dai primi minuti. L’Altomonte è cinico e alla prima occasione passa: cross dalla sinistra e colpo di testa angolato del numero 10, Kurian Kokto, indiano, classe 83, oggi in grande spolvero. La Gregoriana, appare confusa, in attacco manca il suo riferimento principale e in difesa balla un po’. Ne approfitta così l’Altomonte, che raddoppia ancora con Kurian, abile nel piazzare la palla all’angolino con una potente rasoiata, imprendibile per il portiere. Mario Caioli, chiede il time out, capisce che la sua squadra non è concentrata e che la partita sarà più complicata del previsto. Inserisce quindi nella mischia il romeno Antoniu Suciu, che subito ci prova di testa, palla di poco fuori. La squadra universitaria continua ad attaccare, ma non gioca bene come la prima giornata, è nervosa, lo testimonia l’ammonizione di Emanuele Sacco ex Redemptoris Mater nel primo tempo e l’espulsione di Suciu nel finale del secondo. Un episodio è però favorevole; da una punizione sulla destra, limite dell’area, accorcia le distanze il numero 8, Garcia Japo, in gol anche contro il Pio Latino. Il primo tempo finisce così 2 a 1 per l’Altomonte. Nel secondo tempo la Gregoriana, prova a pareggiare, ma le occasioni scarseggiano e quando si palesano non vengono sfruttate adeguatamente, merito anche dell’ottima prova del centro campo altomontano. Il numero 20, l’ugandese Wandera Achileo Kiwanuka è il giocatore che ha vinto più contrasti, ottima la sua prestazione. Per la Gregoriana ci prova ancora Suciu di testa e Garcia con una punizione potente. Si cominciano a scaldare gli animi in campo; ultimatum dell’arbitro per Sacco della Gregoriana, alla prossima protesta scatta il secondo cartellino giallo. Da una punizione a centrocampo si genera una piccola rissa, nonostante anche il Vangelo di oggi, dell’evangelista Giovanni, ricordasse “nessuno mise le mani su di lui”.  Mani addosso da qui in poi sul campo all’ombra del Cupolone. Volano anche parole grosse e la partita da nervosa diventa fallosa. L’arbitro espelle due calciatori, uno per squadra: Suciu della Gregoriana e Rakotonirina per l’Altomonte. Non servono tre minuti di recupero. Molte mischie in area Altomonte, molti corner battuti nel finale dagli amaranto , ma la partita finisce così sul punteggio di 2 a 1 in favore dell’Altomonte. Girone questo molto equilibrato dopo le prime due giornate, i verdetti definitivi dopo la terza. La Gregoriana irriconoscibile, nervosa anche nel terzo tempo di preghiera, con qualche assenza anche dopo il triplice fischio finale. MVP del match, l’indiano Kurian Kokto, che con una doppietta regala la partita ai suoi. Commovente il suo pensiero finale. Ringraziando Santa Teresa da Calcutta uno dei suoi due gol, ha però una dedica speciale: al suo papà scomparso nel lontano 92 e che tanto avrebbe voluto vederlo giocare a pallone. La Clericus è anche questo. Ora un mese di stop servirà magari a Caioli a raffreddare i bollenti spiriti di alcuni studenti e perché no a ritrovare gli uomini chiave, oggi assenti, del gioco gregoriano. Volti scuri tra gli amaranto. La felicità è tutta nelle fila azulgrana. Capitan Asare spiega: “Abbiamo creduto sempre. Avevamo visto un anno fa i nostri amici del Col Mexicano battere la Gregoriana e abbiamo sempre pensato di potercela fare. Abbiamo fatto la storia oggi”. Puthi Makgabo si aggrega “Adesso posso dire Buona Pasqua. Questa vittoria anche per noi è sorprendente. Siamo figli di Abramo e possiamo ancora vincere anche noi”. Il più sorpreso di tutti è padre Huerta del Sedes, in campo per congratularsi con i sacerdoti dell’Altomonte. 

Segui la Clericus Cup su "Non Solo Sport", in onda la domenica alle 9.30 e il lunedì alle 11.35 e 18.35 su Radio Vaticana Italia

Photo Gallery

Guarda i paesi che partecipano alla Clericus Cup

La Clericus Cup è ogni lunedì di marzo su Tv 2000 alle ore 19 all’interno di Sport2000

cheap bags