top tartufo in tavola
Torna alla Home Page Mettiti in contatto con noi
  • La Clericus da Francesco
    La Clericus da Francesco
    Mercoledý 29 maggio i capitani delle due squadre finaliste in udienza dal Papa Con loro una delegazione di sacerdoti e seminaristi capitanata da don Alessio Albertini Dopo il saluto la benedizione del pallone della finale e della Coppa con il Saturno Presenti rettori e capitani delle 16 squadre del campionato pontificio promosso dal Csi Sabato 1 giugno la finale in radiocronaca diretta su Radio Vaticana Italia
  • "il nostro capitano"
    "il nostro capitano"
    La fascia del Csi sul braccio del Papa. Nell'udienza di oggi il pontefice ha firmato le maglie del torneo dal tema 'Giocare per Credere'. Donate le maglie delle due squadre finaliste Sedes Sapientiae e Collegio Urbano. All'incontro una delegazione di sacerdoti e seminaristi capitanata da don Alessio Albertini. Dopo il saluto la benedizione del pallone della finale e della Coppa con il Saturno. Presenti rettori e capitani delle 16 squadre del campionato
  • Sedes Regina Coeli
    Sedes Regina Coeli
    Sedes Sapientiae e Collegio Urbano finaliste del Mondiale di calcio vaticano. I campioni in carica statunitensi superati 1-0 dal seminario mariano in stato di ?grazia? Un gol del tanzaniano Lusato lancia il Sedes alla sua prima finale in 13 anni Troppa caritÓ per i guanelliani. Sciupano due gol contro il Collegio Urbano che non perdona La doppietta di Kayiwa spinge i Leoni d?Africa alla loro sesta finale consecutiva Sabato 1 giugno la finale in radiocronaca diretta su Radio Vaticana Italia
  • All'Urbano la Champions del Papa
    All'Urbano la Champions del Papa
    Il Mondiale di calcio vaticano va ai seminaristi di Propaganda Fide. Festa biancogialla Le reti tutte nella ripresa. Doppietta su rigore del senegalese Badji. Poi capitan Ndlovu cala il tris. I Leoni d?Africa sono i primi a conquistare 4 volte la Coppa con il Saturno, benedetta da Francesco. Il bronzo Clericus Ŕ del San Guanella e Amici, che supera 2-1 i North American Martyrs. La scoperta di Linus. L'addio di Olson.

Orgoglio Martyrs Stop ai gialloblu


pubblicato il 5/20/2019

Passano i campioni statunitensi 2-1 sul Red Mat. Dopo un rigore di Floersh e una punizione di Piermarini, quasi allo scadere del tempo arriva lo splendido gol di Hoye, dopo un?azione da manuale

 Sei coppe con il Saturno in due. Neocatecumenali e statunitensi si affrontano sabato 18 maggio sul campo A della Clericus Cup, avendo entrambe nel palmares due “triplete” in bacheca.  “Gridate, esultate con canti di gioia. Cantate inni al Signore” è scritto nei Salmi e in una giornata - l’ennesima più autunnale che primaverile – piovosa accade anche ciò sulle tribune. I gialloblu intonano sul campo alla Vergine “Alma Redemptoris Mater”, i nackers osannano invece la bandiera, al suono della cornamusa, sulle note dell’inno USA “The Star-Spangled Banner”. Moduli contrapposti: al 4-3-3 offensivo del reverendo don Drew Olson, con capitan Thony Klein, a guidare la difesa, Paolo Santarelli oppone un classico 4-4-2, con l’ivoriano Kouamè a supportare Samuel Piermarini in attacco. Si comincia con una punizione altissima calciata da Andrew Auer. È poi Hoye a spedire fuori una buona occasione per i campioni in carica del Mondiale ecclesiastico. Piove e la palla è molto veloce e viscida. Rudolph Kouamè riesce a penetrare sulla fascia sinistra nella difesa del NAM ma fa buona guardia Klein che lo mura. Al 10° è Nyce a farsi notare imbucando per Colle, bravo il tanzaniano Denis Mwenda a fermarlo. Ghiottissima quindi l’occasione capitata a Colle, che su errore da rimessa dal fondo del portiere si trova solo davanti a Paganizza, abilissimo nel salvarsi con i piedi. Dall’angolo lo stesso Colle pesca di testa Nyce solissimo, alto di poco. Aumenta il forcing “stars and stripes”. Il Red Mat al 20° è “under pressure”. Check in, check out chiama lo schema Olson. Ci prova ancora per i Martyrs Eddy Godfroid dalla distanza, ma la sua punizione è parata da Paganizza. Il Red Mat non sta inerme a guardare e sull’altra metà campo è Piermarini a lavorare sulla destra un buon pallone, entrando in area di rigore, e crossando in mezzo : sul suo traversone smanaccia Nick Le, il “gol keeper” di Atlanta. Sul capovolgimento c’è adesso Gizmo solo in area Red Mat, ma il tecnicissimo messicano Guillermo Jimenez-Lainez non controlla uno spiovente dal lato, la palla finisce sul braccio di Federico Gaurdenzi. Per l’arbitro è rigore, prontamente trasformato, siamo al 28mo, dal bomber statunitense Floersch, terza rete in questa edizione. Intervallo bagnato, si torna in campo con il Red Mat determinato a non interrompere (causa pioggia) il cammino calcistico neocatecumenale. Fuori Acebal, dentro Green. Il bomber Montori, gioca bene di sponda, con Piermarini e Kouamè, ma per segnare a Le, ci vuole ancora un calcio da fermo. L’1-1 arriva infatti su punizione ad opera di Piermarini al 5° minuto, un destro a girare su cui il portiere di Atlanta non è affatto super. Reazione Martyrs in una rovesciata tentata da Hoye e Colle pescato spesso in off side. La pressione americana diventa sempre più intensa. Esce Piermarini parzialmente stremato ed entra Bongianni, nei Martyrs invece Rankin subentra a Colle. Quando la partita sembra avere come epilogo i rigori, ecco al 28mo esplodere il tifo dei SuperMatyrs. Bellissima azione di Floersch, come and go con Hoye che in back door segna a pochi metri dalla linea dopo un ottimo fraseggio con il compagno di squadra. I Martyrs eliminano la Madonna redemptorista ed ottengono ancora una volta la semifinale del Mondiale vaticano. 



Fotogallery
North American Martyrs - Redemptoris Mater  2-1

Segui la Clericus Cup su "Non Solo Sport", in onda la domenica alle 9.30 e il lunedì alle 11.35 e 18.35 su Radio Vaticana Italia

Photo Gallery

Guarda i paesi che partecipano alla Clericus Cup

La Clericus Cup è ogni lunedì di marzo su Tv 2000 alle ore 19 all’interno di Sport2000

cheap bags