top tartufo in tavola
Torna alla Home Page Mettiti in contatto con noi
  • All'Urbano la Champions del Papa
    All'Urbano la Champions del Papa
    Il Mondiale di calcio vaticano va ai seminaristi di Propaganda Fide. Festa biancogialla Le reti tutte nella ripresa. Doppietta su rigore del senegalese Badji. Poi capitan Ndlovu cala il tris. I Leoni d?Africa sono i primi a conquistare 4 volte la Coppa con il Saturno, benedetta da Francesco. Il bronzo Clericus Ŕ del San Guanella e Amici, che supera 2-1 i North American Martyrs. La scoperta di Linus. L'addio di Olson.
  • "il nostro capitano"
    "il nostro capitano"
    La fascia del Csi sul braccio del Papa. Nell'udienza di oggi il pontefice ha firmato le maglie del torneo dal tema 'Giocare per Credere'. Donate le maglie delle due squadre finaliste Sedes Sapientiae e Collegio Urbano. All'incontro una delegazione di sacerdoti e seminaristi capitanata da don Alessio Albertini. Dopo il saluto la benedizione del pallone della finale e della Coppa con il Saturno. Presenti rettori e capitani delle 16 squadre del campionato
  • La Clericus da Francesco
    La Clericus da Francesco
    Mercoledý 29 maggio i capitani delle due squadre finaliste in udienza dal Papa Con loro una delegazione di sacerdoti e seminaristi capitanata da don Alessio Albertini Dopo il saluto la benedizione del pallone della finale e della Coppa con il Saturno Presenti rettori e capitani delle 16 squadre del campionato pontificio promosso dal Csi Sabato 1 giugno la finale in radiocronaca diretta su Radio Vaticana Italia
  • Sedes Regina Coeli
    Sedes Regina Coeli
    Sedes Sapientiae e Collegio Urbano finaliste del Mondiale di calcio vaticano. I campioni in carica statunitensi superati 1-0 dal seminario mariano in stato di ?grazia? Un gol del tanzaniano Lusato lancia il Sedes alla sua prima finale in 13 anni Troppa caritÓ per i guanelliani. Sciupano due gol contro il Collegio Urbano che non perdona La doppietta di Kayiwa spinge i Leoni d?Africa alla loro sesta finale consecutiva Sabato 1 giugno la finale in radiocronaca diretta su Radio Vaticana Italia

Sedes, se puedes Romano eliminato


pubblicato il 5/7/2019

Un gol di Deogratias lancia il Sedes in testa al girone C. I neri anche dopo Pasqua non vanno in gol e lasciano mestamente il torneo

 Spalti gremiti per il match più atteso della domenica, dove il Romano Vaticano è costretto a vincere per sperare in una “miracolosa” qualificazione. Da un lato i rossi del Sedes, dall’altro i supporters del Maggiore. Parte subito forte con un possesso palla importante la squadra guidata in panchina da Josefo Huerta e in campo dal capitano, il messicano Jesus Hernandez. Romano Vaticano in confusione, assai deluso nell’aver visto nel match in contemporanea scendere in campo gli avversari del Redemptoris Mater in soli nove uomini. Non arriveranno cartellini ma invece tanta pioggia. A metà tempo la supremazia biancorossa si concretizza con un taglio del tanzaniano Deogratias Nyamwihula, ispiratissimo in questa stagione in cui Joe Bastianich nella puntata di Masterchef dedicata alla Clericus Cup, gli aveva predetto un mondiale “stellato”. L’attaccante africano, in stato di grazia, ordinato diacono il primo maggio, ha i genitori in tribuna ed a loro dedicherà la rete, con cui agguanta in testa alla classifica dei cannonieri l’attaccante in maglia nera romana-vaticana, Andrea Borsani. È il  compleanno di Michele Corazza, ma il cuneese non potrà festeggiare a pieno. Anzi. Anasenchor il portiere del Sedes non sarà mai impegnato. Una punizione di Borsani non lo spaventa affatto. Huerta protesta per i tanti off side fischiati a Bebe Guo, ma non può rimproverare nulla ai suoi trasteverini. A parte la precisione. Il subentrato Domingos Jorge tira a giro ma calcia incredibilmente a lato. Crovetto e Parra finiscono in panchina per ammirare Banele Ndlovu, il sudafricano mangiarsi un gol fatto e nel finale Michael Lusato divorarsi il raddoppio. Amaro a fine gara il commento del capitano del Romano Vaticano, Michele Ciardo, ancora con la testa al derby perso con il Redemptoris Mater. “Importante perché nata dal nulla Ha fatto bene tra di noi in seminario per ritrovarci, e creare un clima bello. Peccato per come è finita. Siamo stati una cosa unica anche con il pubblico, forse tra i migliori della Clericus, anche con il mister. Io termino la mia formazione. Mi auguro che il prossimo anno questi ragazzi possano trarre beneficio da questa esperienza”. Anche Giuseppe Massaro, squalificato oggi, saluta il torneo: “primo anno in seminario, bella occasione per allenarci in questa competizione e fare gruppo. Molta amarezza, perché la squadra aveva un bel potenziale e purtroppo nello scontro diretto abbiamo perso per un errore arbitrale che ci può stare che ha condizionato il morale della nostra squadra. Puntavamo a vincere oggi ma non è arrivato il successo”.



Fotogallery
Romano Vaticano - Sedes Sapientiae 0-1

Segui la Clericus Cup su "Non Solo Sport", in onda la domenica alle 9.30 e il lunedì alle 11.35 e 18.35 su Radio Vaticana Italia

Photo Gallery

Guarda i paesi che partecipano alla Clericus Cup

La Clericus Cup è ogni lunedì di marzo su Tv 2000 alle ore 19 all’interno di Sport2000

cheap bags